mercoledì 1 luglio 2009

Aichenghetnosatisfecscion. ©

Ma quanto sono vecchi i Rolling Stones? Ma porca miseria, però. Il batterista sembra mio nonno Oreste, che tra l'altro suonava la fisarmonica. Dice che aveva imparato durante la guerra. Dice che i tedeschi bombardavano e lui, nel rifugio, suonava la fisarmonica. Che mia mamma era piccola e mia nonna gli diceva: ma cosa suoni, deficiente, che ci ammazzano tutti. E lui suonava. Che quelli del palazzo poi lo applaudivano e lui era felice. Non so se più per gli applausi o per il fatto che fossero tutti vivi. Mia nonna raccontava spesso di quella volta che arrivarono i tedeschi a bombardare e allora tutti corsero nel rifugio. Una volta dentro mio nonno si accorse di aver dimenticato, nella fretta, la fisarmonica in casa. Allora disse: la vado a prendere. Mia nonna gli disse: ma dove vai, che quelli ti ammazzano. Ma lui andò. Mentre tornava con la fisarmonica in mano, nella fretta di entrare nel rifugio, cadde e si fratturò un braccio. Allora il ragionier Salvini (che se non ricordo male, era quello del secondo piano) disse: ci penso io. E presa un asse di legno ed uno spago, steccò il braccio a mio nonno, che quella volta non potè suonare la fisarmonica.

Niente. I Rolling Stones sono vecchi e non suonano la fisarmonica.

Non avrei altro da dire, per il momento.

E ciò non è detto che sia necessariamente un male.

12 commenti:

  1. io oggi pensavo ai genesis, che sono vecchi pure loro, e pure loro mica suonano la fisarmonica.
    Però la suonava mio padre, che non è abbastanza vecchio da aver fatto la guerra, l'ha solo vissuta di striscio.
    Credo che facesse lo splendido per far colpo sulle ragazze.
    Da quel che ne so, faceva colpo anche sulle donne mature.
    Ma mio padre era un gran figo e suonava la fisarmonica.

    RispondiElimina
  2. La fisarmonica m'ha sempre affascinato, quindi sarei pure io stata lì ad applaudir il nonno Oreste, e pure il ragioniere va là. E pure le Pietre Rotolanti, dai su facciam mica sempre gli scontrosi.

    RispondiElimina
  3. evaso, non commento il post, che è bellissimo peraltro. ma il titolo. io ti adoro a dismisura... non immagini neanche quanto... e non intendo per le non-goccioline... ma per alcune chicchette che sforni così con nonchalance... mi fai impazzire. evaso... sei UN MITO! Norina

    RispondiElimina
  4. Posso fare un appello? Faccio finta che tu abbia detto di sì. Se non sei d'accordo cancello. Dicevo, c'è qualcuno che sa suonare la fisarmonica? Ne ho una che ti tanto in tanto tiro fuori dalla custodia e spolvero, di suonarla neanche se ne parla. Annuncio fatto. Grazie. Quasi dimenticavo, complimenti al nonno Oreste e al nipote. ^___^

    RispondiElimina
  5. di tanto in tanto, non ti, sono proprio una somara. :(

    RispondiElimina
  6. dopodimeilnulla702 luglio 2009 10:01

    ho ripensato con nostalgia alla mia nonna,ke quando dormivo con lei,mi raccontava sempre della guerra....della fame,della paura.....dei rifugi....e delle sirene ke avvisavano dei bombardamenti.....i miei nonni.....quanto mi mancano......grazie evaso.......
    penso ke i rolling stones.....nn ci incastrano un cazzo......e scusami il francesismo.....

    RispondiElimina
  7. Ecco. Non lo so se è che io sono influenzabile, vulnerabile, impressionabile, eccetera eccetera. Però. Leggevo il libro Il giorno prima della felicità di Erri De Luca e ti pensavo, a tratti ti pensavo. E mò - dico io - ho capito. Però non so se è tutto frutto della mia fantasia e del fatto che sono influenzabile e facilmente impressionabile, eccetera eccetera. Però è bello lo stesso. Toh.

    RispondiElimina
  8. @Amore_immaginato: erano diversi i tempi. Una volta si faceva colpo con la fisarmonica, oggi si scrivono due cazzate su Feisbuc. O su un blog. Il fine comunque, resta sempre trombare. Ma allora, sono cambiati davvero i tempi?

    @CharlieB.: ma certo che glielo facciamo un applauso agli Stones, ci mancherebbe. Il fatto che ora siano degli arzilli vecchietti, mica annulla tutto quello che hanno fatto. Solo che, oh, se son vecchi, son vecchi.

    @Noraa: grazie, grazie. Infatti, vedi? Ci ho messo il copyright, che quando uno sforna un capolavoro, lo deve proteggere.

    @No.snob: puoi fare tutti gli appelli che vuoi, figurati se non sono d'accordo. Purtroppo però io non ti posso aiutare: avrei delle serie difficoltà anche solo ad impugnarla, una fisarmonica. E per quanto riguarda l'errore, se non lo avessi rimarcato tu, neanche mi sarei accorto.

    @Dopodimeilnulla: Beh no, i Rolling Stones in effetti, ci stanno come il cavolo a merenda. Che per inciso, il cavolo sta male pure a pranzo, a colazione ed anche a cena. Solo che, boh...si sono infilati nel post e che facevo, li mandavo via?

    @Ms.spoah: una specje di Don Gaetano, insomma. Ma mi ci vedi nei panni di un don? ^____^

    RispondiElimina
  9. "specje" fa molto slavo, direi.

    RispondiElimina
  10. Fisarmonica? Cavoli, io ho provato, ma non ci sono mai riuscita... e si che ho fatto 9 anni di conservatorio... Certo che i nonni sono dei miti... però Ev, un appunto... il titolo!!! Ci ho messo 5 minuti per capire... va be che sono tarda... ^__^

    RispondiElimina
  11. ...nonno Oreste c'è ancora?? No, perchè forse ho trovato la mia anima gemella (visto il mio oroscopo). Oppure dovrò andare a fare la posta a qualche suonatore di sagre paesane. Buon fine settimana

    RispondiElimina
  12. @Stranissima: ma come?? Il titolo è il mio capolavoro e tu non lo capisci? Azz..vuoi dire che sono un genio incompreso? :-)

    @Klaire: eh no, nonno Oreste non c'è più da qualche tempo. Comunque quando lo vado a trovare, glielo dico che aveva fatto colpo. Glielo dico piano però, che lì vicino c'è anche mia nonna. Hai visto mai.

    RispondiElimina