giovedì 11 marzo 2010

Ipse dixit.

A volte, non sempre, sono infastidito dai modi di dire. Però, ora che ci penso, da queste cazzate sono sempre infastidito quando mi sveglio dopo aver lavorato di notte. Che quando mi sveglio, dopo aver lavorato di notte, ho una mezz'oretta in cui se mi stai vicino e ti tocco, ti avveleno. Poi passa eh, poi, dopo una mezz'oretta, torno moderatamente civile, smetto di sfanculeggiare contro tutto e tutti e riesco persino a leggere "il Giornale", senza incendiarlo. A leggerlo su internet, intendo. Mica crederai che vada a comprarlo, vero? Non scherziamo.

Dicevo: i modi di dire.

Ma dico io: ma possibile che tutte le volte che fa un po' di freddo oltre la media, devo sempre sentire che l'Italia è nella morsa del gelo? Ma quale "morsa del gelo"? Fa freddo. Punto. E che quando nevica a nord e non a sud, che l'Italia è divisa in due? Ma "divisa" dove? Mica c'è un muro, anche se qualcuno lo vorrebbe. Non c'è un muro. C'è la neve, che notoriamente, ti fa sbandare in macchina, ti fa scivolare quando cammini, ma non divide un bel niente. Per non parlare poi di sciocco pennellone. Ma perchè uno alto e un po' tonto deve essere definito "sciocco pennellone"? E simpatico filibustiere, per definire qualcuno un po' bastardo con le donne? Non sarebbe sufficiente "stronzo"? E splendido cinquantenne? Una volta era "uno che porta bene la sua età", ora è "splendido". Splendido è un termine impegnativo, non è che se ne può abusare. E inguaribile ottimista? Fino a prova contraria di inguaribile, fino ad oggi, c'è solo il cancro. E sempre più spesso, neanche lui, per fortuna.

Oh, fra dieci minuti torno "normale".

Per quanto.

13 commenti:

  1. Giusto stamattina ci pensavo, ché mi si è ficcato in un orecchio per l'ennesima volta... Sembra sia relativamente diffusa in vox populi barensis l'abitudine di dire "Mi perdoni". E a me fa girare le scatole (sasoloiddioperché) a tutte le ore del giorno e della notte.

    RispondiElimina
  2. Più che il " mi perdoni" ..mi irrita alquanto( parlo bene vero?)..il " mi consenta"..mi parte una sorta di prurito alle mani che difficilmente mi passa nel giro di pochi minuti..e più vado avanti e più ci impiego...urge una soluzione urgente! p.s....ma se sto muro lo alzano, e io sto al profondo sud e tu all'elevato nord...ci scriviamo uguale o staccano anche l'adsl, le poste , il telefono..così per sapere!

    RispondiElimina
  3. penso che sia un efferato delitto non commentare questo post, peccato essere il fanalino di coda dei commenti. ora attendo il momento clou in cui risponderai: il tuo blog è così caustico, uno di quelli che illuminano la mia giornata. secondo me sei una persona solare. continuo?

    RispondiElimina
  4. Oh guarda, ti assicuro che per me dire che uno è uno stronzo è più che sufficiente... chiaro ed incisivo! Soprattutto appena sveglia. :-)

    RispondiElimina
  5. Sono notoriamente una persona accondiscendente, quindi perdonerai se non riesco nemmeno a concepire di poter condividere il tuo fastidio. Ora ti lascio, vado a gioire per qualcosa, o a esprimere solidarietà al mio prossimo, o a dar fuoco a qualche animaletto impaurito.

    RispondiElimina
  6. oh cazzo!
    ed io che ho sempre pensato di essere un'inguaribile ottimista?
    Magari i 10 muniti sono passati e sono salva!!!

    RispondiElimina
  7. io ho mezzora appena sveglia in cui non sopporto granchè..anche se di notte dormo ma certe frasi mi suscitano l'orticaria sempre
    i tuoi post invece mi rilassano

    RispondiElimina
  8. Splendido cinquantenne è un ossimoro? ^___^ no.snob

    RispondiElimina
  9. dopodimeilnulla12 marzo 2010 10:32

    ....nn ho fatto la notte.....ma mi è arrivato il ciclo...sono stata dal dentista......è un idiota mi ha pure detto:questa è una coda d'inverno....mezz'ora nn basta......^__^

    RispondiElimina
  10. Mi piacerebbe conoscere l'effetto che sortiscono le locuzioni "alto, tontolone, bastardo con le donne che porta bene la propria età" al risveglio dalla dormita post turno notturno mentre l'evaso legge "Il giornale" al pc e fuori fà freddo..(E se invece di avvelenare, mordesse?).

    RispondiElimina
  11. Ho un'amica con l'amico cinquantenne. Da me apostrofato "geriatria". Aggettivi: orpelli!

    RispondiElimina
  12. Come sostiene il Thesaurus, certi termini ormai sono frusti e abusati.

    RispondiElimina
  13. @Miss: e di "se sbaglio mi correggerete", che mi dici?

    @Irene: ma io mica sto all'elevato nord. Diciamo che sto ad un "moderato nord". Diciamo che se alzano il muro, divento uno che abita così a sud, che poi ci vuole un altro muro, per escludermi del tutto.

    @Dantès: se sto commento lo avessi letto dopo aver lavorato di notte, potrei ucciderti.

    @LuceNera: spesso la sintesi viene del tutto ignorata. E la sintesi si, che è un dono divino.

    @Filippo: ma io, se non lavorassi di notte, sarei la persona più accondiscendente del mondo, credimi. Se poi non lavorassi neanche di giorno, allora sarei miliardario. O sotto un ponte.

    @Amore_immaginato: no, sapetta. Se lo pensi senza dirlo, sei salva comunque.

    @Morganael: tipo la camomilla? :-)

    @No.snob: bisogna vedere a chi è riferito: se a me, allora non lo è. Ad altri, probabilmente si. ^________^

    @Dopodimeilnulla: beh, io il problema del ciclo, al momento, non lo ho, ma se uno mi dice "coda d'inverno" lo bastono lo stesso.

    @Anonimo: comunque, dopo una mezz'oretta, il veleno non sortisce più alcun effetto. E ti svelo un segreto: fra le mie letture internettiane, c'è anche "la Padania" e "Libero". Che io sono uno curioso. Anche se non sempre, per la verità.

    @CharlieB.: "geratria" è bellissimo. Se qualcuno lo dice a me, lo uccido, però.

    @Fayaway: bello, "termine frusto". Lo devo adottare.

    RispondiElimina