venerdì 28 gennaio 2011

La visita allo zoo.

Mettiamola così: se io fossi un abitante di qualsiasi altra nazione che non sia l'Italia, prenderei qualche giorno di ferie e verrei in Italia. Verrei a vedere come sono gli italiani, cosa fanno, se sorridono, se parlano, se fanno finta di niente, se gli girano le palle o se se ne fregano. Verrei in Italia come si va allo zoo a vedere gli animali nelle gabbie e quando siamo lì, ci domandiamo se dietro quelle sbarre si può in qualche modo essere felici.

Verrei in Italia, mi siederei al tavolino di un bar e guarderei gli italiani che passeggiano, che corrono per andare al lavoro, che escono dai supermercati con le buste della spesa, che parcheggiano in doppia fila e penserei che apparentemente sono uguali a me.

Poi tornerei nel mio paese e a chi mi chiede come sono gli italiani, risponderei che a prima vista sono come me. Hanno due braccia, due gambe, qualcuno un cervello, fanno la pipì, parcheggiano in doppia fila e che tutto sommato non sono poi così imbecilli come si vedono da fuori.

7 commenti:

  1. mi piace questa sfumatura d'ottimismo...
    resta comunque una leggera nausea...
    sarà colpa delle troppe noccioline...
    scoont

    RispondiElimina
  2. Credo che dipenda da dove si va.
    Metti che uno decida di fare una gita ad Arcore... in quel caso risulterebbero molto ma molto peggio di come uno se li sarebbe potuti immaginare.

    RispondiElimina
  3. qui non parcheggiamo in doppia fila

    RispondiElimina
  4. ma si dai..in fondo dall'esterno tutto sembra più chiaro, più limpido..che poi noi intorpidiamo sempre tutto con le malignità non si vede dall'esterno...e che a starci dentro sta risultando un pò troppo difficile sai..e cmq anche io ho una leggera nausea che tende ad aumentare..e non credo sia influenza...nono!

    RispondiElimina
  5. Io penso che prima o poi qualche nocciolina ce la butteranno anche. ...sperando non la scaglino con violenza.

    RispondiElimina
  6. Digli pure che in realtà neanche stanno dietro le sbarre, perché non c'è nessuno che abbia abbastanza palle per ficcarceli e smetterla con questa menarsela per il naso.

    RispondiElimina
  7. @Scoontrosa: si, credo sia per quello. Le noccioline sono traditrici. :-)

    @Amore_immaginato: credo tu abbia ragione. Ma io se venissi da un altro paese, non andrei ad Arcore.

    @Ecudiélle: perchè siete rispettosi del codice della strada, o perchè avete un sacco di parcheggi?

    @Irene: ma piano piano ci si abitua e la nausea mica si sente più. Caso mai, per non accentuare, magari evita di prendere la barca. :-)

    @CharlieB.: per bene che ci vada, la tirano con la fionda.

    @Miss: glielo dirò. Ma forse lo sanno già. :-)

    RispondiElimina