mercoledì 8 luglio 2009

Volevo essere Gianluigi Rondi, invece meno male che poi non lo sono.

Avevo sempre considerato Rasselcrò il peggior attore dai tempi dei fratelli Lumière. O meglio: avevo visto recitare Steven Seagal e dissi: ok. Peggio di questo è impossibile. E in una scala da zero a dieci gli detti uno, ma solo perchè si strombazzava Kelly LeBrock. Che a quei tempi là la signora in rosso, insomma lascia stare, qualche sonno me lo ha turbato. E non solo a me, credimi. E dunque dissi: peggio di questo, niente. Poi arrivò Rasselcrò, io lo vidi e dissi: possibile? Peggio di Steven Seagal? Allora tornai a vedere il film, perchè mica ero convinto. Invece mi dovetti ricredere. In una scala da zero a dieci, prima mi informai se pure lui si strombazzava la signora in rosso e appurato che nada de nada, gli detti zero.

Poi ieri sera ho visto quel film che c'era su rete4 e devo riconoscere che mi è piaciuto. Il film e Rasselcrò. E dunque alla luce dei fatti, Steven Seagal torna a fregiarsi meritatamente del titolo di "peggior attore di sempre", e passa da uno a zero, in quanto non si strombazza neanche più Kelly LeBrock, che nel frattempo lo ha mandato direi giustamente, a cagare. Almeno credo. Se poi dovessero stare ancora insieme, allora è la chiara e definitiva prova (casomai ce ne fosse bisogno) che Dio non esiste.

14 commenti:

  1. abbiamo visto lo stesso film...
    io ci ho pensato; se potessi interagire con i fantasmi del mio cervello credo che mi divertirei cioè non mi farei tante paranoie...le avrei di fronte e ci potrei chiacchierare. Magari con un po' d'impegno riuscirei a far saltare fuori pure l'uomo della mia vita e potrei pure trastullarmi con uomini reali che mica lo saprebbero che si dormirebbe in tre!
    p.s. a me Rasselcrò mi era piaciuto pure ne "il gladiatore"... ma come attore che come uomo non so, resto fedele a Riciargir!

    RispondiElimina
  2. rasselcrò comincia a somigliare inquietantemente alla versione grassa di michele zarrillo (e questa sarebbe la chiara e definitiva prova che forse Dio esiste)
    p.s.: ma il film qual era?

    RispondiElimina
  3. Quando uscì Phenomena di Dario Argento era il 1985 e io mi innamorai follemente di Jennifer Connelly. Quando vinse l'Oscar™ per A beautiful mind io gioii. Scrivo questo perché a me di Russel Crowe non me ne è mai fregato un accidente.

    RispondiElimina
  4. filippo, nel 1984 io m'innamorai del culo di jennifer connelly in c'era una volta in america. poi scoprii che era una controfigura e ci rimasi malissimo. da allora la connelly mi sta un po' sul cazzo (sì, insomma...)

    RispondiElimina
  5. E ti sta bene, così impari a citare C'era una volta in America dopo che io ho citato Phenomena. (Nota come me ne sbatto altamente della cronologia degli avvenimenti; sembro mia madre!)

    RispondiElimina
  6. dopodimeilnulla708 luglio 2009 18:05

    sig. evaso,ultimamente ci stiamo dando troppo agli "strombazzamenti"
    kiaro sintomo ke si tromba pokino??????????
    kisssssssssssssss.......^__^

    RispondiElimina
  7. Io Rasselcrò lo trovo un vaccaro australe di pessima fattura, confronto poi all'Iugh Gècman. Però che film era? Che ha fatto film carucci il Rassel, ma pure lo Iugh

    RispondiElimina
  8. anche a me non piace molto come attore e come persona... però a beautiful mind mi è piaciuto assai! bacio, norina

    RispondiElimina
  9. ho un attimo di amnesia, la Belluci è attrice o fa altro? ^__^

    RispondiElimina
  10. @Amore_immaginato: anche a me piacerebbe dirmi due cose coi fantasmi del mio cervello. Solo che siccome ai fantasmi non ci credo, loro non si fanno mai vedere. E che faccio, parlo da solo? Riciargir se lo mangia a colazione a Rasselcrò. Non scherziamo. Riciargir va dal Dalai Lama. Rasselcrò se incontra il Dalai Lama lo prende a cazzotti.

    @Dantès: il film era biutiful maind, che non avevo mai visto, tra l'altro. E ti dirò: il figlio dei canguri non mi è dispiaciuto. Dicevo: ma Zarrillo cosa fa, quando non c'è il Festival di San Remo? Cioè...lui vive dietro le quinte del teatro Ariston e due giorni prima di Sanremo esce. Poi, finito il Festival, torna dietro le quinte...

    @Filippo: ma Jennifer Connelly era in Phenomena? Mica me la ricordo. O non ho capito una mazza?

    @Dantès/2: io mi volevo suicidare quando seppi che in Pretty Woman, anche Julia Roberts aveva una controfigura. Comunque questo non bastò a far cessare il mio innamoramento.

    @Dopodimeilnulla: azz. Dici che mi sono tradito? Devo stare più attento :-)

    @CharlieB.: era biutiful maind (a beautiful mind, per i puristi). Un filmazzo nenache male, devo dire. Un filmazzo che giustamente, ha fatto tornare Steven Seagal al posto che gli compete.

    @Noraa: confermo. Un bel film e non male lui. Sopra lo strombazzatore della signora in rosso ci può stare, dai...

    @No.snob: altro lo fa sicuramente. Se poi è anche attrice, non so. Pare di si, da quello che si sente dire...

    RispondiElimina
  11. anche secondo me rasselcrò è attore assai sopravvalutato, però ogni tanto, non si sa bene come e perchè, azzecca un film. Oltra a biutifulmaind anche nel suo ultimo, steitofplei (state of play per i puristi, appunto) non è affatto male.

    RispondiElimina
  12. Mi dispiace assai per le controfigure: così bistrattate...ingiustamente tra l'altro, direi visto il popò di roba che rimpiazzano.

    RispondiElimina
  13. credo che zarrillo "sia" sanremo. lo organizzano lui, al bano, mietta, mango e minghi. gli altri li fanno partecipare (e anche vincere) per depistarci.
    p.s.: ma ciacnorris non è peggio di stivensigal?

    RispondiElimina