giovedì 10 settembre 2009

...ma vali quattro lire, dovresti già morire, tempo non ce n'è più..non te ne danno più. (M. Nava)

Mi sono messo ad osservare con strano interesse tutta la procedura di svuotamento dei cassonetti situati vicino casa mia. Nel senso che ho osservato con attenzione tutti i vari passaggi effettuati dal camion: i due bracci meccanici che scendono, afferrano il cassonetto, lo alzano, lo svuotano e lo riportano alla sua posizione di partenza. Trovando il tutto, ripeto, interessante. E non dico "affascinante" perchè mi sembra oggettivamente troppo. Mentre rientravo in casa, soddisfatto ed appagato da quanto avevo visto, mi sono detto che è strana sta cosa. Voglio dire: come si può essere interessati allo svuotamento di un cassonetto e per di più, provare quasi un senso di felicità, dopo averlo visto? La risposta che mi sono dato e che, onestamente, è quella più ovvia, è stata: la vecchiaia. Devo prendere coscienza del fatto che sono vecchio. E come tutti i vecchi sono affascinato da cose fondamentalmente prive di interesse alcuno. Tipo lo svuotamento dei cassonetti, appunto. Non sono ancora arrivato alla fase di mettermi ad osservare, aggrappato alle reti di recinzione, un cantiere, ma sento che non tarderò. Intanto sono sempre più infastidito dai maledetti pischelli che tolgono il silenziatore alla marmitta del motorino e che fanno casino quando passano. Sto invecchiando. I sintomi sono evidenti. E inconsciamente, spero in una rottura di qualche tubo del gas e che arrivino gli operai del comune con un martello pneumatico a fare un gigantesco buco per terra, in modo che mi possa piazzare al di là delle transenne con i miei coetanei e insieme, criticare l'operato degli operai, scuotendo sistematicamente la testa e socchiudendo gli occhi.

13 commenti:

  1. Da noi, i vecchierelli si mettono in coda alle casse, e iniziano a strombazzare "Daì! Forza! Muovetevi! Fate veloci!" alle cassiere.

    RispondiElimina
  2. signore mio non me ne parli! tutte le volte che guardo un film in tv con la finestra aperta sto lì a smadonnare la speranza che la motoscurreggetta gli scoppi sotto al culo. e poi ieri mi sono scoperto a commentare il lavoro degli operai sotto al mio ufficio. gesummaria!

    RispondiElimina
  3. ahi ahi guardare il lavoro nei cantieri è il primo passo verso la vecchiaia resisti e accendi la radio a tutto volume ehehe

    RispondiElimina
  4. secondo me è un ritorno all'infanzia. a quando bsatava il passaggio di una macchina rossa per farci esclamare "ohhhhhhhhhh". è bella 'sta cosa.... è dare un valore anche a le cose minime e banali.. dopo aver passato anni a rincorrere inutili sogni. smackkk nora

    RispondiElimina
  5. Vuoi forse dire che la frutta non ha più sapore e che una volta 'tutte queste brutte cose' non succedevano? ^____^

    RispondiElimina
  6. dici che è sintomo di vecchiaia?
    Naaa, è curiosità per quello per cui non si è mai fatta troppa attenzione perchè eravamo intenti a trombare o smarmittare il motorino!!!

    RispondiElimina
  7. Conosco una tizia fucsia che è sempre stata buonissima ma anche una fiera rompicoglioni sin da piccola...Non è l'età in sè, deve essere una questione di saturazione e direi che ne abbiamo abbastanza per ritenerci sovrasaturi. Anch'io mi incanto sullo svuotamento dei cassonetti, è una metafora affascinante di quello che vorrei accadesse...un braccio meccanico per svuotare Montecitorio...tipo...sai che puzza...

    RispondiElimina
  8. dopodimeiolnulla7011 settembre 2009 09:25

    e si.....oramai nn c'è piu' molto da fare....... ma nn stai invekkiando......stai ritornando bambino.....ke piu' o meno dicono sia la stessa cosa.....io nn posso incantarmi a guardare lo svuotamento dei cassonetti.....facciamo la raccolta differenziata noi "terroni".....e la raccolta viene porta a porta.....^__^

    RispondiElimina
  9. Mi sembra di vederti mentre sussurri: una volta qui, erano tutti campi...

    RispondiElimina
  10. Mi fai ripensare a quando accompagnavo mio padre nelle sue passeggiate e si fermava sempre a guardare cantieri e scavi affascinato dai mezzi meccanici. In mancanza di figli maschi aveva scelto me per condividere questo piacere, piacere che mi è rimasto e che mi crea qualche disagio perchè come lo spiego agli operai che non sono una tardona assatanata.

    RispondiElimina
  11. Ricordati di comprar la Settimana Enigmistica e una Bic color bluette da arrotolare (la SE non la bic) e tenere in mano dietro la schiena eh. Che ti serve poi per indicar bene dove stan facendo casino quei rammolliti giuovini!

    RispondiElimina
  12. @Simonetta: ma non è un po' ottimistico abbinare il verbo "strombazzare" a dei vecchiarelli? Che loro ne sarebbero felici, presumo, ma insomma...

    @Dantès: guarda: ti stavo per rassicurare sul fatto della marmitta smarmittata, ma quando ho letto che hai commentato il lavoro degli operai, non ti posso mentire: stai invecchiando. Lo so, è dura da accettare, ma piano piano ce la farai. Ne prenderai coscienza e vivrai serenamente. Se vuoi, ti tengo il posto alle transenne...

    @Morganael: ma io la accendo la radio. Solo che il tempo non si ferma. Che devo fare?

    @Noraa: azz...hai ragione. Io non sono vecchio, cazzo. Sono diversamente giovane. Domattina vado a giocare a bocce.

    @No.snob: esatto. Ed anche che "è tutta colpa di quegli affari che mandano in aria"....che non si sa bene cosa siano, ma li mandano in aria e quelli fanno casino. Ecco.

    @Amore_immaginato: hai ragione. Devo aver trombato troppo. Solo che non me ne sono mai accorto. La prossima volta che vengono a svuotare i pozzi neri, non me la voglio perdere.

    @Ms.spoah: eh, ma Montecitorio mica si può svuotare. Quelli sono saldati, là dentro. Chi vuoi li sposti? Meglio guardare i cassonetti, và...che tanto cambia poco....

    @Dopodimeilnulla: ma anche noi la facciamo la raccolta differenziata. Ci sono i cassonetti per la carta, il vetro, le pile, la plastica. Figurati. E poi ci sono quelli per i rifiuti generici, in cui si butta la carta, le pile, la plastica, il vetro, perchè ci fa fatica fare duemila viaggi. No davvero, anche qui si differenzia. Io almeno, differenzio.

    @Scoontrosa: eh, ma sai, qui ci sono ancora un bel po' di campi. Sicuramente lo dirò fra qualche anno. Questo è sicuro.

    @Anonima: sta attenta che gli operai hanno l'ormone imbizzarrito. Fra un colpo di piccone e l'altro, quelli non perdonano. Tira dritto, quando arrivi nei pressi di un cantiere, che come diceva quel tale: chi si ferma è perduto.

    @CharlieB.: azz...ma la Settimana Enigmistica io già la compro. O madonnasanta. E' la fine, allora. Sono un maledetto vecchio bavoso. Anzi: bavoso no, dai....

    RispondiElimina
  13. Beh, l'occhio laido da chi non ha riposto gli istinti sessuali nella cassapanca, ce l'hanno...

    RispondiElimina