lunedì 30 novembre 2009

Un matrimonio su quattro va a rotoli. Lo dicono le statistiche, sia chiaro. Mica io. Anche se io, il mio contributo l'ho dato, diciamo.

Ai miei tempi, che scritto così pare che era l'ottocento, ai miei tempi quando ero bambino, diciamo, che almeno si capisce che non era l'ottocento, ma l'inizio del novecento. Ai miei tempi, dicevo, era assai raro avere a che fare con bambini che avevano i genitori separati. E quando succedeva, il bambino in questione veniva guardato come una specie di marziano, quando i grandi parlavano di lui tendevano ad abbassare il tono della voce, anche se lui non era presente, come se non si dovessero far sentire da qualcuno di non ben definito. Di solito intorno al bambino in questione si creava una sorta di alone che lo rendeva inevitabilmente "diverso" agli occhi dei più. Erano altri tempi, anche se in fondo sono passati "soltanto" una quarantina d'anni. Ricordo che sta cosa dei genitori separati era presa spesso come motivazione per giustificare qualsiasi cosa o qualsiasi comportamento del bambino. Tipo: è un bambino che non sta fermo un attimo, a scuola fa un casino infernale. Si vede proprio che i genitori sono separati. Ecco. Perchè, si vede? Da cosa lo si deduce? Dal casino che faceva? Allora al suono della campanella si separavano i genitori di tutti i bambini della scuola? Che poi sta cosa dei genitori separati veniva sempre tirata in ballo per argomentare comportamenti "cattivi". Se il bambino rompeva un vetro era perchè i genitori erano separati, se mandava affanculo la maestra era perchè i genitori erano separati, se non aveva fatto i compiti era perchè i genitori erano separati. Mai che venisse detto: ha fatto un tema meraviglioso: si vede che i genitori sono separati oppure: mai visto nessuno disegnare così bene. Sono le conseguenze di avere i genitori separati. Mai. Il bambino coi genitori separati era avviato verso una vita che lo avrebbe lasciato ai margini, solo, senza amici, scansato da tutti ed avrebbe inevitabilmente intrapreso un'esistenza fuorilegge che presto lo avrebbe portato al carcere, se non alla morte prematura durante uno scontro a fuoco con la polizia.

Poi, naturalmente, le cose vanno diversamente e le parole, come si dice, se le porta il vento.

Anche -e soprattutto- quelle di questo non luogo.


No, i miei genitori non erano separati. Quando lo sono stati, non è stata una loro scelta. Ora però credo che siano di nuovo felici.

Io un po' meno, ma, oh, non è che si può aver tutto dalla vita, ti pare?

11 commenti:

  1. Adesso i bimbi guardati strani son quelli che intorno ai diec'anni son ancora con i genitori coniugati in comunione legale e magari con una sorellina in arrivo!

    RispondiElimina
  2. infatti a me sta sulle palle la pubblicità dell'orologio t-touch dove i due bimbi elogiano le prodezze dei rispettivi papà. è una pubblicità crudele al giorno d'oggi... un baciotto, nora

    RispondiElimina
  3. dopodimeilnulla1 dicembre 2009 08:10

    ....la mia vita,le mie esperienze.....cosi normali ke potremmo allora definire straordinarie....ecco.

    RispondiElimina
  4. I miei genitori più che separarsi, cosa che non hanno mai fatto perchè avrebbe richiesto troppo dispendio di energia, non avrebbero mai dovuto mettersi insieme. Così magari non sarei nata io. Ma vi ho fregati, ed ora dovete sopportarmi tutti. Tiè.

    RispondiElimina
  5. I miei genitori si odiano da circa 50 anni ed ho passato l'infanzia pensando che prima o poi si sarebbero separati. Non l'hanno fatto... in caso contrario avrei almeno avuto il vantaggio di poter mandare a quel paese la maestra senza sembrare troppo maleducata!

    RispondiElimina
  6. Sigh, mi hai fatt venire un po' di malinconia :°)

    RispondiElimina
  7. anch'io c'ho messo del mio, ma fortunatamente mia figlia è nata in un periodo in cui essere figli di separati è normale.
    Infatti si chiedono a cosa attribuire certi atteggiamenti.

    RispondiElimina
  8. Sono fuori anche da questa statistica, ma non si fa così...uffa. Mi sposo o resto borderline forever? ^____^

    RispondiElimina
  9. Una precisazione: metà del novecento, tutt'al più, altro che inizio. Che se vogliamo fa impressione lo stesso (e vale anche per il mio settantadue), ma vabbè. Poi.
    Io mò l'ho capito cos'è il fuorigioco, ma mi sfugge il perché l'abbiano inventato. Poi.
    Ho notato che i titoli dopo 2012 sono andati via via allungandosi... Sei incazzato? :-) (boh, sul nesso, non chiedermi). Poi.
    Sì, questo blog è meraviglioso e tu pure.
    Baci :-) (ms)

    RispondiElimina
  10. @CharlieB.: ma davvero eh...azz...guarda che i tempi cambiano proprio parecchio, eh...

    @Noraa: in effetti la trovo fastidiosa anch'io, quella pubblicità. Chi l'ha ideata è un emerito imbecille. Ecco. La volevo dire da giorni, sta cosa.

    @Dopodimeilnulla: ma anche dalle mie parti, è stato tutto normalissimo. Pensa che mia mamma, quando è morto mio babbo, ha pianto un mese di fila, per dire. Tutto normale, ti assicuro...qua siamo all'antica...

    @Simo(chenessunohamaidubitatononesistesse): ma magari saresti nata da altri due genitori. Che so, due finlandesi, o due tizi di Caracas. Magari ora potresti aver avuto tipo una stazione balneare in Venezuela, ecco. Che poi, magari ce l'hai davvero....azz....se ce l'hai, invitami.

    @LuceNera: io da bambino spesso pensavo, quando vedevo il babbo e la mamma che erano arrabbiati (poche volte, molto poche) che uno dei due prendesse un coltello ed uccidesse l'altro. E mi dicevo che passare il resto della mia vita con mia nonna, sarebbe stato terribile. Poi invece niente, ecco. Tutto tranquillo e nessuno ha mai ammazzato l'altro.

    @Fayaway: azz...mi spiace. Eri brava a fare i temi o a disegnare? :-)

    @Amore_immaginato: ora vengono "studiati" quello che hanno i genitori che stanno ancora insieme. Ora sono "strani" quelli. Si sentono cose tipo "ma per forza che picchia i compagni e ruba le merendine: ha i genitori che stanno insieme da quindici anni...che ti vuoi aspettare da uno così?"...

    @No.snob: questa è una domanda che non dovresti fare a me, visti i trascorsi. Direi che una discreta convivenza, sia la soluzione più praticabile, ecco. Che mettere in mezzo troppe cose è sempre un casino. E comunque "borderline" ti vedo bene, ecco ^______^

    @Miss: ed io ti ringrazzio e ti sbaciucchio :-) Il fuorigioco lo hanno inventato per far si che qualcuno, se in compagnia di una donna, non possa guardare una partita in pace :-) Ho notato anch'io, in effetti, che mi si sono allungati i titoli...azz....a me le cose che si allungano, mica mi lasciano tranquillo....

    RispondiElimina
  11. Più a disegnare che a fare temi :P Poi con l'età il trend si è invertito.

    RispondiElimina