mercoledì 25 novembre 2009

Una volta qua era tutta campagna. Ma non solo: era anche pieno di comunisti.

Che magari a qualcuno può sembrare facile dire: sono di sinistra. Mica è facile invece, che la gente quando sente sta cosa, ti guarda con gli occhi spalancati e dice: di sinistra? Ma stai scherzando? Mi vuoi dire che sei comunista? Che da quando è arrivato quel tale che dovrebbe stare in galera e che invece non ci sta, pare che essere comunista sia una di quelle cose tipo che uno nasce con una disgrazia addosso che poi si deve portare per tutta la vita. Ma mica è così. Una volta -lo dico per i più giovani- in Italia era pieno di comunisti, ma davvero eh, ovunque ti voltavi c'era un comunista. Pensa -non sto scherzando- che io da bambino ne avevo quattro in giro per casa. Eppure, guarda qua, sono sempre vivo, non ho bruciature di sigaretta sul corpo, nè mi cibo di teneri infanti. Anzi, sono anche moderatamente rispettoso del mio prossimo, ho adottato una balena, ho mandato coperte e generi di prima necessità a L'Aquila, sono amico di persone di colore, di ebrei e musulmani. Sono buono, davvero, credimi. Eppure sono di sinistra. Che devo fare? "Suicidarti" non mi pare una gran risposta, francamente. Puoi fare di meglio. Non mi aspetto certo battute alla Woody Allen, ma meglio di "suicidarti" lo puoi fare, dai. Ma pensa che io son talmente di sinistra che quando iniziai a scrivere mi veniva naturale usare la mancina. Dico davvero. Ero giò proiettato verso un futuro radioso, diciamo. E allora mia mamma disse: questo bambino mi sa che è mancino. Mio babbo, che non gli poteva importare di meno con quale mano io scrivessi, disse: non importa. Basta che non diventi per la Juve. Che io, pensa te, son cresciuto fra comunisti e tifosi della Fiorentina, a dimostrazione del fatto che le disgrazie non vengono mai da sole. Allora mia nonna, che era un'integralista cattolica, una di quelle che mi diceva sempre che sarei andato all'inferno qualunque cosa io facessi, disse: la mancina è la mano del diavolo. Che io, porca troia, ebbi anche paura di quest'affermazione. Che se me lo avesse detto ora le avrei detto: nonna, per favore, non rompere i coglioni, ma a cinque anni, senti dire una cosa del genere ti impaurisci, cazzo. Allora senza dire niente a nessuno, cominciai ad usare la destra e mia mamma disse: strano. Prima sembrava fosse portato ad usare la sinistra, ora fa tutto con la destra. Mio babbo, che nel frattempo non aveva cambiato le sue idee, disse: non importa. Basta che non diventi per la Juve.

Che mio babbo spesso era un po' monotematico, diciamo.

Niente. E' andata così, la mia vita: scrivo con la destra, sono di sinistra e tifo la Fiorentina. Direi che i miei possono essere soddisfatti. Se lo sono anche gli altri, non lo so, ma francamente a me basta che lo siano quelli che non ci sono più. Gli altri, per quel che mi riguarda e con tutto il rispetto di cui sono capace, possono anche andare a farsi fottere.


Dedico questo post ad un totale imbecille. Uno di quelli che anche sprecarci una sola parola parlandoci, è un insulto all'intelligenza umana. Ed è per questo che quello che gli avrei voluto dire, lo scrivo. Perchè almeno sono sicuro che non lo leggerà mai. Perchè è risaputo che gli imbecilli non leggono.

Soprattutto i blog(s) meravigliosi come questo.


E dedico la vittoria di stasera a mio nonno e mio babbo, che sicuramente da lassù, o laggiù (hai visto mai), si sono divertiti un gran bel po'.

Come me, del resto. Alè.

10 commenti:

  1. dopodimeilnulla25 novembre 2009 10:16

    tu papà mi fa una simpatia ke a parole nn riuscirei a descrivere......^__^
    la nostra idea politica mi sa si scontra di brutto...ma questo di certo nn toglierà il sonno ne a te ne a me......
    ke ti eri divertito ieri sera ne ero certa....ed io quando ho visto ke la fiorentina vinceva....libero di nn crederci,con tutto quello a cui avrei potuto pensare.....ho pensato:evaso sara' fottutamente euforico....
    lo stesso nn poteva dirsi di me....ke essendo interista fino al midollo....piu' volte mi son kiesta xkè l'inter ieri sera nn ha giocato......ki erano gli undici ke il barcellona ha umilato.....uffa....fanculo pure l'inter......

    RispondiElimina
  2. Insomma non so come dirlo ma... io sono della juve. Colpa di mia nonna che lei era della juve ed il nonno del torino ed era divertentissimo vederli litigare furiosamente durante il derby. Però la nonna era più simpatica e quindi io sono della juve.

    RispondiElimina
  3. ilmiointrigomentale25 novembre 2009 14:55

    Io sono milanista:)hai visto mai?
    (stasera vedremo che se combina°!°)
    Tutte che tifano in modo diverso....però applausi a tua mamma,a tuo padre(simpaticissimo)...alla nonna no:(..perchè io voglio andare all'Inferno a fare bagarre e del diavolo non me ne può fregare di meno!!!

    RispondiElimina
  4. Io sono relativamente e moderatamente di sinistra, guardo le partite solo se vado a mangiare al ristorante del mio amico che ha lo schermo a cui non ci si può sottrarre, e non so se sono mancina o destrorsa perché con qualunque mano io scriva, poi non riesco più a rileggere quello che ho scritto. Dove devo andare: lassù o laggiù?!

    RispondiElimina
  5. oddio non tifo ma ho simpatia per alcune squadre (per vari motivi ) di quelle che pure si guardano in cagnesco ...vabbè negata per il calcio,lo so, ma mi piace il viola eheheh ma sono sicura di essere di sinistra e leggerlo in giro mi piace specie nei blog che trovo piacevoli

    RispondiElimina
  6. P.S.: per la miseriaccia boia la juve questa sera ha anche perso! :-(((

    RispondiElimina
  7. pensa te. io sono di sinistra, e sono anche mancina (ché la mia nonna, a differenza della tua, non era integralista cattolica, anzi, direi che era una discreta peccatrice). e, vabbè, lo dico, sono anche della juve. ecco, l'ho detto.

    RispondiElimina
  8. io sono mancina... ma anche ambidestra. non ho avuto una nonna che mi ha imposto di scrivere con la destra, ma una maestra fascista. nonostante tutto tifo inter (e concordo con te sulla juvemerda) e non sono di sinistra, manco sotto tortura potrei diventarlo... e, "strano ma vero" sono amica di gente di colore, degli omosessuali, ho adottato una balena e ho mandato aiuti all'Aquila... :-P baciottissssimi, Nora

    RispondiElimina
  9. mUmble mumble io non sono mancina ,tifo per la "gobba "ma penso e agisco da comunista ----conflitto di interessi????
    UN SORRISO per chi non c è piu' con il corpo ma sempre con noi .......
    ;-)))) P&R

    RispondiElimina
  10. @Dopodimeilnulla: in effetti lo ero, euforico. Ma è la non-abitudine a certe cose, che mi faceva esserlo. Se tifi la Fiorentina, non sei granchè abituato a certe cose, per cui ritrovarti fra le prime sedici d'Europa, dopo che sette anni fa eri a giocare col Castel di Sangro, beh, un po' di euforia te la da. Giusto quel quarto d'ora, eh....per quello che riguarda le idee politiche mie e tue, lascia stare: io credo che finchè c'è gente che la pensa (e può pensarla) liberamente, va tutto bene. Il problema (grosso) è quando tutti la si deve pensare allo stesso modo. Allora, in quel caso, si deve fare qualcosa.

    @LuceNera: vale lo stesso discorso di sopra: ci sono tante squadre, tifiamole. Per cui va bene abche essere juventini: in fondo basta la salute, no? :-) E poi dai, se tutti si tifasse la stessa squadra, di che si parlerebbe il lunedì, al lavoro?

    @Ilmiointrigomentale: allora mi sa che, se esiste davvero, ci vediamo là. Che anche a me mi sa che lassù mica mi ci faanno stare. Non direi, ecco, ma magari nel frattempo cambiano le regole.

    @Simo(noncorrerecheèpericoloso): questo è un bel dilemma, in effetti. Tendenzialmente, viste le mie idee di sinistra, come detto, sarei portato a far andare tutti nello stesso posto, per non creare differenze, appunto, ma evidentemente anche dopo, non siamo tutti uguali. Vedremo, dai. Intanto cerchiamo di ritardare più possibile il momento della decisione.

    @Morganael: il viola è un bel colore. Calcisticamente, intendo. Il giorno che lo avrò su una corona di fiori che riporta il mio nome, non so se mi piacerà così tanto :-)

    @LuceNera/2: coraggio, coraggio. Te l'ho detto: basta la salute. O, in alternativa, ripetersi la solita frase "ma tanto i soldi che prendono, mica li danno a me". Che è un po' scontata, mi rendo conto, ma serva a far vedere agli altri che in fondo non ce ne importa molto. Io la dico spesso, ecco. Poi entro in casa e prendo a capocciate il muro :-)

    @Poison: azz. Pure tu? Ma quanti siete? Non se ne esce. Però avere la nonna peccatrice è una bella cosa. La mia non ho mai capito perchè non si è fatta suora. Che poi, era la mamma di mio babbo, pensa te. Mica l'ho mai capito perchè mio babbo era diventato così, con una mamma del genere. Forse per reazione.

    @Noraa: ma io ci credo che sei amica di gente di colore ecc. Sono quelli di sinistra che sono cattivi. Almeno così pare, diciamo. Che poi io mica l'ho mai capita sta cosa: quell'omino là (quello parecchio ricco) dice che siamo invasi dai comunisti: giornali, magistratura, televisioni (sic) ecc. ecc., poi si va a votare e i comunisti prendono tre voti. Com'è sta cosa? Le ipotesi son due: o i comunisti non votano, o non siamo invasi dai comunisti.

    @P&r: no no. Anche Bertinotti tifa Milan e Berlinguer era juventino. E' che la squadra di calcio te la scegli da piccolo e te la porti appresso per tutta la vita. Tranne Emilio Fede: lui era juventino poi è diventato milanista. Non riesco a capire il motivo.

    RispondiElimina