lunedì 18 gennaio 2010

La morale è sempre quella.

Hai presente il Buondì Motta? Stanotte al lavoro ne ho mangiato uno. Me l'ha offerto Paolino, che ne aveva due e mi ha detto: ne vuoi uno? Tanto io tutti e due non li mangio. Che sarebbe un modo carino per dire: se mi andavano tutti e due, col cazzo che te ne davo uno. Giustamente, tra l'altro.

Erano circa trent'anni, se non di più, che non mangiavo un Buondì Motta, per cui mi ero completamente dimenticato di una cosa fondamentale: munirsi, prima di iniziare a mangiare, di una qualsivoglia bevanda.

Col Buondì Motta, hai due morsi di autonomia dopodichè, se non hai qualcosa da bere, muori soffocato. Il Buondì Motta è il principale responsabile della mortalità infantile nel mondo. Per cui l'ho addentato una prima volta, stupendomi di come una schifezza simile possa ancora oggi essere comunemente smerciata e il sapore mi ha riportato agli anni della mia infanzia. Al secondo morso ho sentito che qualcosa non andava: più lo masticavo, più il pastone si ingrandiva, avviluppandomi il palato. Mi aspettavo da un momento all'altro che un gigantesco Buondì Motta masticato si impossessasse di me, avvolgendomi nelle sue spire. Ho inghiottito a fatica quell'ammasso informe di lievito, uova (?) e non so bene cos'altro ed ho fatto l'errore. Errore dovuto alla dimenticanza: ho addentato la terza volta ed ho cominciato a masticare. Dimenticando appunto, che è assolutamente impossibile masticare tre morsi di Buondì Motta senza bere. A metà masticazione, quando ho capito che le speranze di restare in vita erano pressochè nulle se non avessi bevuto, ho afferrato cinquanta centesimi e mi sono fiondato alla macchinetta delle bibite. Ho inserito i cinquanta nella fessura ed ho premuto un tasto a caso: andava bene qualsiasi cosa, purchè liquido. Il destino ha fatto si che scendesse una bottiglietta di Gatorade gusto limone. Me la sono ingozzata in due decimi di secondo e quell'improvvisa tracimazione nella mia bocca ha fatto si che il probabile boccone fatale scendesse giù, lasciandomi in uno stato misto di prostrazione e tristezza. Dopodichè ho scaraventato nel secchio dell'immondizia il restante Buondì, sono tornato da Paolino e l'ho mandato affanculo.

33 commenti:

  1. E dopo venne il "Mulino bianco" :-))))))

    RispondiElimina
  2. Ghetoreid?! Peggio che bere acqua di palude! E non chiedermi se ho mai bevuto l'acqua di palude; potrei anche risponderti.

    RispondiElimina
  3. Io l'altro giorno ero tentata di comprare la Girella per dare l'addio alle schifezze gastronomico-festaiole. Poi mi son ricordata dell'effetto lingua felpata di gomma che si produceva dopo lo slurpamento della merendina e son passata alle sancarloconfezionemaxi che dan sempre la loro porca soddisfazione.

    RispondiElimina
  4. posto che prima di leggere il commento di charlina non sapevo che esistesse ancora la girella, spinto dalla nostalgia canaglia che ti prende proprio quando non vuoi (madonna come sono colto), ho cercato su google fiesta snack (che poi era la mia preferita) e ho scoperto che c'è ancora. scommetto che però dei plin plin nessuno si ricorda. essì che quanto a mappazza erano quasi peggio del buondì motta. buondì inventato per eliminare i bambini in eccesso, credo, o per costringerli a ingurgitare bevande gassate (che poi non c'è neanche una grossa differenza). anche se la versione ufficiale è che siano stati inventati per dare lavoro agli operai della motta che si giravano i pollici da aprile a settembre. ma io a queste robe filogovernative non ci ho mai creduto

    RispondiElimina
  5. alt!! il buondì era ed è tremendo( mi fido sulla parola) ma la fiesta è una delizia ehehe

    RispondiElimina
  6. del buondì l'unica cosa che ricordo è la granella di zucchero.
    Sarà che sono una fogna ma ogni tipo di merendina (a tutt'oggi) non mi provoca soffocamento.
    Nemmeno i plin plin a cui faceva riferimento Dantes (io li compro ancora!)
    Quello che mi soffoca è il marsh, il cioccolatone formato famiglia ripieno di caramella mou!
    E li, altro che gatorade...è suicidio assicurato!

    RispondiElimina
  7. Assolutamente non ci sto a farmi venire il diabete seguendole vostre insane abitudini! Io sto benissimo col mio colesterolo da panino al salame con cui mi hanno svezzata e di cui ancora mi nutro e mi consolo. Manu

    RispondiElimina
  8. dopodimeilnulla19 gennaio 2010 10:03

    ....mentre mi parlavi del buondì...il mio pensiero correva x fatti suoi....mi sono ritrovata bamnbina...col mio papà a far visita a un suo amico,uno di quelli ke aveva(ed ha)villa,piscina e ferrari.....andare da lui x me era come andare da babbo natale.....mi metteva davanti un vassoio con tutte le "skifezze"possibili ed immaginabili...i miei okki iniziavano a luccicare...e proprio in quel momento mio papà mi guardava dritto negli okki....era x dirmi,ehi mi raccomando nn facciamo figure di merda....nn toccare niente.....a quel punto io fingevo spudoratamente di nn desiderare niente....ma avrei pianto....il mio papa' allora...mosso da estremo slancio paterno...mi prendeva una caramella......UNA ROSSANA.....le odio anora oggi.......immagina a 7 anni.......oggi è il compleanno di mio papà....io gli voglio un bene dell'anima....xò mi potri vendicare,ke dici gli regalo un pacco di rossane o meglio un buondì motta????^__^auguri papà...

    RispondiElimina
  9. amore_immaginato: i plin plin??? oddio, dove li trovi? è un secolo che non li vedo in giro!

    RispondiElimina
  10. io li trovo al super in confezione da 5!
    La prossima volta che li prendo ne compro uno in più e te lo tengo da parte!

    RispondiElimina
  11. dopodimeilnulla19 gennaio 2010 11:14

    i plin plin????????ke sono.....??????

    RispondiElimina
  12. io da quando hanno smesso di produrre la fiesta al curaçao devo ancora riprendermi. quindi non vi chiederò cosa sono i plin plin, perchè ho paura che mi si materializzi la chiabotto sulla scrivania.

    RispondiElimina
  13. poison, mi dai un dolore: la fiesta È al curaçao, il resto è nulla. per la cronaca i plin plin sono (erano?) dei piccoli letali plum cake prodotti dalla fioravanti

    RispondiElimina
  14. dantès, io parlavo di quella con l'incarto giallo. adesso esiste solo quella con la banda arancione. e, dolore per dolore NON è la stessa cosa.
    e adesso posso confermare che a casa mia i plin plin non sono mai apparsi.

    RispondiElimina
  15. Ciao a tutti, mi chiamo Filippo e sono venuto a rompere i coglioni. Primo: come si fa a non sapere che la Girella, ma soprattutto la Fiesta, sono ancora in produzione? Basta avere due piedi, un paio di bulbi oculari e un minimo di curiosità; tra l'altro Dantès, era pure la tua preferita ma nemmeno l'hai riconosciuta nello scaffale di un supermercato. Secondo: si chiama Mars, buon dio, Mars. Terzo: il Buondì Motta ricoperto di cioccolata è sublime. Quarto, vogliatemi bene, è che sulle vaccate e i prodotti alimentari superflui non transigo.

    RispondiElimina
  16. filippo: posto che io ti voglio bene soprattutto quando parli di vaccate, giurin giurello che per quel poco che bazzico i supermercati del bdcdP non ho mai visto né fieste né plin plin. in compenso ci sono i buondì e le girelle. ma le girelle sono inchiappusissime e il buondì, anche al cioccolato, resta mappazza

    RispondiElimina
  17. Fili controlla la data prima di consumare uno yogurt che sembra che l'acidità sia contagiosa!!! (ti voglio bene e nonostante le tue promesse vane, continuo ad aspettarti!)

    RispondiElimina
  18. Vi abbraccio ambedue, ma le Fieste ci sono eccome, in pacchi da dieci :-)

    RispondiElimina
  19. leggo sul sole 24 ore (non è che me la tiro, è capitato) del tentativo di aumentare la durata dei buondì dagli attuali 4 mesi ad almeno 6, per renderlo un prodotto più adatto all’esportazione. committente della ricerca (che sta facendo l'università di torino, credo) è bistefani, che è l'attuale realizzatrice del buondì. insomma, ma lo sapevate che non il buondì non è più motta???

    RispondiElimina
  20. Caio a tutti, mi chiamo anche ms.spoah e come prima primissima cosa voglio salutare Evaso che è da un po' che latito, latito, latito ma lo penso spesso pure a lui. Detta questa cosa fondamentale, mi cimento con le merendine.
    Io di merendine non so quasi niente. Quand'ero piccola al massimo nel latte ci finivano i biscotti, ma forse il pane mi piaceva di più. Quando ho letto plin plin ho visualizzato l'acqua rocchetta, per il resto è il vuoto totale. Le girelle le ho viste ed anche le imitazioni per i poveri. Tutto sommato fanno un po' schifo entrambe: tu ti aspetti di sentire un sapore emozionante, pieno, coinvolgente e quello (sapore) non arriva. E vabbé.
    Però scommetto che dei ciccipolenta voi non sapete niente. Ecco.

    RispondiElimina
  21. Ehm.
    Caio è quello che fa Ciao con la mano... ecco...

    RispondiElimina
  22. Evaso, faccio un esperimento... Voglio vedere se salta fuori la mia faccina, se lascio il commento come blogspotta...

    RispondiElimina
  23. Filiiiiippo, com'è che da te sembra che funzioni e poi invece no?

    RispondiElimina
  24. Probabilmente Blogspot mi sta penalizzando per essere un utente di merda.

    RispondiElimina
  25. Qualcuno faccia dei massaggi alle tempie a Filippo sussurrandogli parole dolci nelle orecchie (o solo in una), ché da me non se lo farebbe fare. E se continuiamo così Evaso ci caccia. (ms)

    RispondiElimina
  26. cara mis.spoah..vogliamo parlare dei CICCIOPOLENTA ?? ..parliamone...di quel gusto alla fine che devi leccare le dita...di quel sapore che è strano, non sai se ti piace o no..ma li mangi all'infinito perchè devi scoprirlo..di quel retrogusto formaggioso che alla fine puzza però tu dici....mmmmm buoni è?????..che tutti ti guardan male, soprattutto perchè non sei proprio piccina ecco!!..però io i buondì li mangio inzuppati nel caffèlatte..ma in una tazza grande perchè altrimenti quando lo tiri fuori ti straborda tutto..piccoli consigli di prima colazione!!

    RispondiElimina
  27. Ma i ciccipolenta originali non li vendono più, quelli originali li pagavo cento lire e stavano in un sacchetto piccolino e senza aria dentro.
    Bene, adesso vado, ché ormai ho letto tutto... E dire che l'accappatoio bianco l'ho sempre così bistrattato perché si sporca facile... son cose! :-D (ms)

    RispondiElimina
  28. Il fatto che ancora non si era analizzato il fatto che il Buondì è stato concepito e creato per essere inzuppato nel latte e non per essere consumato a secco significa che siete dei quaquaraquà. Tranne Irene, ovviamente, che guadagna 75 punti (poteva arrivare a 100 ma ha enfaticamente usato troppi punti di domanda).

    RispondiElimina
  29. filippo: stai parlando con uno che fa colazione mangiando biscotti per le scale e che ieri, alle 10 del mattino, ha brindato con il moscato a un compleanno

    RispondiElimina
  30. Dantès, però ora so cosa portarti quando verrò a cena a casa tua; alle volte le piccole felicità sono così vicine che basterebbe allungare una mano e metterle nel carrello passandoci davanti.

    RispondiElimina
  31. @LuceNera: ho capito, ma il Mulino Bianco è due spanne sopra. Quantomeno non si rischia la vita, mangiando.

    @Simonetta: in effetti il Ghetoreid non è il massimo, ma pur di buttar giù il Buondì, non si sta a guardare il capello.

    @CharlieB: a me la Girella piace. Oddio, anche con quella se hai da bere è meglio, ma niente di paragonabile al Buondì.

    @Dantès: io i plinplin mica li conosco. Ma se sono peggiori del Buondì, allora si deve far intervenire il tribunale dell'Aja.

    @Morganael: concordo. La Fiesta ha pochi rivali.

    @Amore_immaginato: il Mars è troppo buono. Io ne ingurgito anche tre consecutivamente. E senza bere. Ottimo anche (e forse meglio) lo Snickers. Ci sono i pezzi di nocciola, dentro. Lo consiglio.

    @Manu: il panino col salame è la prova lampante che qualcuno ci ama. Inventare il salame suppone poteri sovrannaturali.

    @Dopodimeilnulla: a me le Rossana piacciono. Non ne mangio una da una ventina d'anni, ma ricordo che erano buone. C'era dentro una specie di crema, se non ricordo male.

    @Poison: ma la Fiesta al curacao era quella con la confezione gialla? Che quella è sparita. Ora solo arancione. Ottima comunque, sia chiaro.

    @Filippo: il Buondì Motta ricoperto al cioccolato è schifoso esattamente come quello non ricoperto.

    @Miss: ehilà Miss...come butta? Non ti preoccupare, qua la porta è sempre aperta. E la latitanza non mi scompone più di tanto. Sennò che evaso sarei?

    @Irene: i Cicciopolenta erano (o lo sono ancora?) buonissimi. Questo remember dei cibi che furono mi commuove.

    @Miss/2: l'accappatoio bianco non è bistrattabile. E non è certo un po' di ingiallimento che ne pregiudica l'attizzamento.

    RispondiElimina