sabato 9 gennaio 2010

Uno vale l'altro.

Avevo lasciato un commento in un blog di una tizia musulmana, ma non me lo ha pubblicato. Ero capitato per caso in quel blog e da un paio di post(s) letti, ho capito che trattavasi di una tizia calabrese che si è convertita all'Islam. Ok, niente di che. Ci sta che qualcuno si converta. Credere in Dio credo sia una bella cosa. Se poi si chiama Dio, Allah, Budda, Geova, credo abbia poca importanza, per chi ci crede. Allora le volevo lasciare un commento ad un suo post in cui diceva delle cose. Cose che non mi trovavano d'accordo, come del resto non mi trovano d'accordo molte, moltissime cose della "nostra" chiesa. Non volevo essere offensivo nè altro. Perchè se anche la cosa ti può sembrare strana, ho sempre il massimo rispetto verso chi è credente e lo è in buonafede. Ne ho molto meno invece, verso chi si erge a giudice supremo dell'universo, credendo che un abito talare gli possa consentire di dire tutte le stronzate che vuole. Ma questo è un altro discorso.

Solo che quando ho aperto la finestra per inserire il commento, mi sono trovato davanti una scritta: questo blog è moderato. Se scrivi qualcosa di offensivo o contro quello che è il mio credo, non sarai pubblicato. Allahu Akbar.

Ora: a parte il fatto che io sono contro ogni tipo di censura e a parte il fatto che, io credo, se decidi di scrivere in uno spazio "pubblico", poi ti devi prendere tutto quello che arriva, nel bene e nel male, un messaggio del genere già non ti pone bene di fronte agli altri. Il fatto che uno non possa dire quello che pensa, sennò viene bannato, credo vada molto contro quelli che sono i princìpi di tolleranza tanto sbandierati in quel blog. Perchè a me sta bene tutto: sta bene che porti il velo, sta bene che vai alla Mecca, sta bene che credi fermamente nel Corano. Sta un po' meno bene non poter dire quello che penso.

Allora gliel'ho scritto. In toni assolutamente civili e rispettosi. E non mi ha pubblicato. Non importa, me ne farò una ragione. Perchè in fondo, se Allahu Akbar (Dio è grande), non è detto che lo siano altrettanto alcuni suoi seguaci. O presunti tali.

E questo, naturalmente, vale per ogni Dio. Sia molto chiaro.

7 commenti:

  1. E' proprio questo che non mi piace delle religioni, o meglio dei suoi estremismi: la possibilità di confrontarsi su idee diverse, relazionarsi sulle varie possibilità.
    Che poi non sono le religioni di per se stesse, ma i seguaci.
    Il Corano, non obbliga all'uso del velo, per esempio e la Sura IV cita testualmente
    "O voi che credete, non vi è lecito ereditare delle mogli contro la loro volontà . Non trattatele con durezza nell'intento di riprendervi parte di quello che avevate donato , a meno che abbiano commesso una palese infamità . Comportatevi verso di loro convenientemente. Se provate avversione nei loro confronti, può darsi che abbiate avversione per qualcosa in cui Allah ha riposto un grande bene."
    Ciononostante si verifica l'opposto.
    Perchè ogni volta in cui le parole finiscono nella bocca sbagliata, ecco che si crea la frattura fra credo e ideologia.

    RispondiElimina
  2. C'è gente che ha paura di tutto, soprattutto del dissenso e... che dire, mi spiace per loro ed anche per il loro dio (nel caso ci fosse).

    RispondiElimina
  3. Beh, fare un blog moderato può avere un senso se sei preso di mira da troll o se temi che vengano svelati particolari troppo privati della tua vita. Ma a quel punto uno non si mette a scrivere di sè o di quello a cui tiene sul blog. Niente da eccepire al tuo post dunque.

    RispondiElimina
  4. dopodimeilnulla11 gennaio 2010 08:35

    di certo nn è il primo ottuso ke incontri....quindi......nn stiamo neanke a parlarne......
    annegano nel mare della loro ignoranza....

    RispondiElimina
  5. Perfettamente d'accordo con quanto hai scritto. Un sorriso. Manu

    RispondiElimina
  6. Non è detto che scrivere nel proprio blog implichi il dover avere un dialogo con chi ci legge; e ci sono tanti motivi per voler moderare i commenti, io stesso una volta avevo pensato perfino di toglierli. E poi non so cosa ha scritto questa tizia, quindi non posso essere in accordo o in disaccordo con lei, né con te. C'è un utente sconosciuto che nei commenti mi chiama Filly: io non solo vorrei moderarlo, ma vorrei anche bastonarlo. Fai un po' tu. Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  7. @Amore_immaginato: il problema è sempre quello: le idee possono anche essere giuste, il fatto grave è che le idee sono sempre messe in pratica dagli uomini, che come ben si sa, spesso tendono ad essere un po' stronzi.

    @LuceNera: nel caso ci fosse, dovrebbe fare un bel discorso a qualcuno, quando sarà il momento. Rimango coi miei dubbi, però.

    @Fayaway: è vero. Ma ripeto: se hai un blog e scrivi che tutti sono cattivi perchè ti offendono e non capiscono la tua scelta e che tu sei la sola persona buona nell'universo, sarebbe gradita la possibilità di una replica. Sempre se, ripeto, i tuoi lamenti sono scritti in uno spazio che chiunque può leggere e magari si può anche offendere. Io non mi sono offeso, bada bene, ma se leggo che "gli italiani dovrebbero vergognarsi di esserlo, così come me ne vergogno io", una risposta la vorrei poter dare.

    @Dopodimeilnulla: ma sai, essere ottusi, al limite, va anche bene. Va meno bene, secondo me, il non far dire agli altri ciò che pensano. Indipendentemente da religioni, credo politico o altro.

    @Manu: sorrido anch'io, và. Che male non fa :-)

    @Filippo: e avresti assolutamente ragione. "Filly" non si può sentire :-)

    RispondiElimina