martedì 16 febbraio 2010

Movies.

Tutti scrivono di film(s). Lui spesso scrive di film(s). Anche lui, nel suo ultimo post, ha scritto di un film. E pure lei. Lei anche. Solo che lei ha scritto perchè non recensirà un film. Ma in fondo, sempre di film si tratta. Voglio dire: se lei dice: non recensirò questo film, non farà la recensione, ma praticamente ha scritto di un film. Bene. Oggi anche io parlerò di film(s), ma in particolare, parlerò del perchè io non vada al cinema. O forse nemmeno. In ogni modo credo non sia un mistero il mio pessimo rapporto con il cinema. Da un rapido calcolo mi risulta che negli ultimi quattordici anni io sia entrato in una sala cinematografica due volte. "La vita è bella" e dopo quello, un altro film con Rassel Crò che non ricordo il titolo, ma che lui è un tale che si occupa di finanza e va in Francia perchè ha ereditato un castello. O qualcosa di simile, insomma. Poi nada de nada. Andare al cinema mi intristisce. Boh. E' tutto buio, non si può parlare, ci si sente in imbarazzo anche a mangiare un sacchetto di patatine. Andarci da soli poi, è da suicidio. Che poi, lo sai, a me piacciono i film(s) stronzi, quelli che non piacciono a nessuno. Tranne "C'era una volta in America": ecco, quello è piaciuto a tutti ed è piaciuto anche a me. Per il resto, considero Fellini una martellata nei coglioni, Bertolucci idem, i Taviani non ne parliamo, Wenders lo manderei in miniera. Salvo solo Zeffirelli in quanto tifoso della Fiorentina: altrimenti potrebbe pure cambiare mestiere.

Rido come un ebete con Fantozzi, riguardo ciclicamente "The blues brothers", pendo dalle labbra di Bruce Willis, quando tutto sporco di sangue e con la sigaretta in bocca, dice una stronzata a qualcuno che ha appena finito di prendere a cazzotti. Rischio il dissaldamento della mascella con "Non ci resta che piangere". Non conosco Jessica Alba, nè Daniel Day Lewis. So che sono attori perchè li sento spesso nominare, ma non so che faccia abbiano. Presumo che Jessica Alba sia una notevole sgnacchera, ma non l'ho mai vista. O se l'ho vista, non so che è lei. Ho poco chiaro anche il volto di John Malkovich, per la verità. Anche se di lui ho visto "Essere John Malkovich", ma non lo ricordo. Mi piaceva il titolo. Voglio dire: bello chiamarsi John Malkovich e girare un film che si intitola "Essere John Malkovich". Gli americani (ma è americano lui?) son troppo avanti. Mai a nessuno dei nostri attori è venuto in mente di girare, che so, "Essere Giancarlo Giannini", o "Essere Sergio Rubini". Perchè il nostro cinema deve essere così scontato? Ah, poi mi piacevano i Monty Pithon, ma non so che fine abbiano fatto. Mi facevano ridere parecchio. E infatti sono scomparsi.

Secondo me, porto jella.

Niente, dai. Io e il cinema, due mondi divisi dalla mia ignoranza e il mio menefreghismo verso di lui. Non so se poteva essere un grande amore, magari si, ma non lo è stato. E tutto, come spesso succede, solo per colpa mia.

Bene, a mio modo, ho scritto di cinema anch'io. Non capiterà più. Se hai letto fino qui, complimenti e ti ringrazio. Se non lo hai fatto, come biasimarti?

23 commenti:

  1. Ho letto fino in fondo, quindi voglio i complimenti. :-)Non sono d'accordo su una cosa.. se non è stato un grande amore non può essere solo per colpa tua, chi i film li fa avrebbe anche potuto impegnarsi un poco di più :-)))

    RispondiElimina
  2. il fatto che tu abbia visto un'ottima annata potrebbe essere sufficiente a spiegare perché non sei più andato al cinema. comunque, io vado al cinema spesso e anche da solo con piena soddisfazione, ucciderei il signor pai, condivido l'entusiasmo per c'era una volta in america, fantozzi, non ci resta che piangere e blues brothers. ora, visto che ti voglio bene, ti illuminerò su un paio di cose: jessica alba non è granché come sgnacchera e i monty python... uno è morto, uno è un noto attore, tre lo sono molto meno se non in patria, un altro è un ottimo regista. ah, anch'io ho letto tutto il tuo post fino in fondo

    RispondiElimina
  3. Io devo fare una precisazione seria: in fatto di cinema - come in un mucchio di altre cose - sono un'ignurant patentata. Ho scoperto di recente chi è il regista di Fantozzi, per dire. E poi... ho letto fino a biasimarti?, sono andata ben O l t r e, ve', e con somma soddisfazione :o)
    (La storia delle scarpe del Papa è inquietante davverodavvero)

    RispondiElimina
  4. ti confermo che John Malkovich è americano e poi aggiungo anche che sono d'accordo con Dantès: un'ottima annata (che è il film che hai visto con rasselcrò) è davvero un film penoso, che farebbe passare la voglia di andare al cinema un po' a chiunque... (non che, scusa se insisto, "la vita è bella" sia sto gran capolavoro). Forse, in fondo, hai i tuoi buoni motivi per non andare al cinema!
    (e comunque pure io sono arrivata fino in fondo. Come sempre) ;)

    RispondiElimina
  5. L'ultima volta che ci sono andata (sola) è stato perchè nel titolo c'era la parola sogni... era un film francese e questo avrebbe dovuto mettermi in allarme... verso la fine mi sono addormentata... risveglio improvviso sui titoli di coda... mi sono defilata prima dell'accensione delle luci...temevo di aver russato :-(
    Scoont

    RispondiElimina
  6. Io adoro il cinema, ma ultimamente mi sta sulle scatole andarci per La diffusissima pessima e maleodorante usanza di mangiare interi tini di popcorn..ma quanto puzzano Quei cosi? perchè non li mangiano nei loro salottini??..però mi piace davvero il cinema, mi estraneo dal resto del mondo, ma sono esigente però...se non mi piace lo dico mentre ancora scorrono le immagini rischiando spesso il linciaggio di chi mi sta vicino..:-))..un altra cosa che odio..gli applausi alla fine del film!! come per i matrimoni..ma che mi applaudi, tanto i soldi del biglietto non te li restituiscono..!!

    RispondiElimina
  7. dopodimeilnulla17 febbraio 2010 11:09

    il cinema...il cinema....ahhhhhhhhhh quel posto dove ti rinkiudi quando fa freddissimo o piove a dirotto...e tu gia ti eri preparata x uscire,avevi fatto pure lo schiampo e nn ti va di sprecare il profumo ke avevi messo sul divano di casa....(ultimo film visto AVATAR,nn imagini quando pioveva....e visto ke avevo messo gli stivali nuovi...era necessario uscire^__^).....come sono profonda a volte eh!!!!!!

    RispondiElimina
  8. io vado poco al cinema ma vedo un sacco di filmzzzz che lo schermo non sarà grande quanto quattro pareti di casa, ma vuoi mettere guardarlo spaparanzata sul divano e sentirmi libera di fumare, piangere, stoppare per la pausa pipì, e magari metterci pure un ruttino?
    Gli attori non li riconosco mai e quella che hai nominato so che esiste ma non so che faccia abbia. Però so che faccia hanno rassel crò e gion malcovic, quindi mi considero piuttosto avanti.
    Per finire, anche io ho letto tutto il post!

    RispondiElimina
  9. Bè... io sono una di quelle persone a cui piace il cinema, quelli dagli effetti speciali impensabili (devi vedere iron-man !) e poi quelli movimentati dove si sparano, si inseguono, si insultano... finiscono giù dai cavalcavia senza farsi nulla... mi piace un po' meno il costo del biglietto, ed unicamente per questo motivo, la maggior parte me li guardo in streaming, mentre faccio la cyclette, così quando ci sono le scene d'azione vado più forte !!!! ;o))) JulieAnne

    RispondiElimina
  10. da ragazzina andavo al cinema tutte le settimane poi ho rallentato ma mi piace ancora..direi che da soli è il massimo tranne quando mi commuovo e non ho nessuno dietro cui nascondermi..però gli attori spesso mi sfuggono ....comunque ho letto fino in fondo ci mancherebbe ..mi piace pure leggere

    RispondiElimina
  11. Io l'ultima volta che son andata al cinema son andata a vedere quel che pensavo essere una commedia ed invece ho pianto come un vitello sulla via del macello. (uau che rima) Però mi piace tanto tanto, Rassel Crò un pò meno, che per rimanere in tema mi ricorda tanto un manzo e neanche di quelli buoni.

    RispondiElimina
  12. Da queste parti questo fine settimana la scelta è tra "avatar" e "paranormal activities", quello che sembra provochi svenimenti che neanche l'esorcista nel settantatré...dal provino (o trailer per gli anglofoni), direi che il malessere sia dovuto alla bruttezza delle immagini...per dirla fantozzianamente mi pare una boiata pazzesca pari al blair witch project (quello che quando iniziava a succedere qualcosa finiva). Per non dire dei film italiani sui quarantenni in crisi esistenziale, fossero almeno commedie brillanti invece delle lagne che qualsiasi amico/a ti propina appena fai finta di ascoltare... e stare ferma due o tre ore, senza sigarette, senza commentare le immagini con chi è con me, beh,non mi da soddisfazione.. preferisco i telefilm, alcuni sono girati e interpretati molto meglio del solito polpettone stagionale..
    un abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  13. @LuceNera: ti ringrazio per la considerazione, ma credimi, è colpa mia che non ho mai voluto approfondire la conoscenza :-)

    @Dantès: lo vedi che mi confermi che fra i cinefili, chi mangia le patatine è visto come il diavolo? Ma, scusa, un film senza patatine che lo si guarda a fare? Le patatine sono parte integrante di qualsiasi film. Hanno la stessa importanza della colonna sonora.

    @Miss: la tua ignoranza cinematografica non può neanche essere paragonata alla mia. Pensa che io, tutt'ora, non so chi sia il regista di Fantozzi :-)

    @Poison: devo dire che in effetti, quel film con Rassel Crò era penoso davvero. Infatti non ricordo neanche mezza scena. Ricordo solo una Smart. Sempre se non stessi sognando.

    @Scoontrosa: azz. I film(s) francesi sono terribili. Tutti indistintamente: i comici non fanno ridere, i gialli non fanno paura, i drammatici fanno cagare. I porno forse si salvano. Forse.

    @Irene: non mi è mai capitato di sentire applaudire al cinema. Tu dirai: per forza, ci vai una volta ogni trentacinque anni. Hai ragione. Però ho sentito applaudire ai matrimoni e quando atterra l'aereo. Io quando atterra l'aereo, se ci sono sopra, riprendo a respirare.

    @Dopodimeilnulla: in effetti quando piove il cinema può tornare utile. Sempre se non ti ritrovi accanto a Dantès che ti sfracassa le palle perchè mangi le patatine :-)

    @Amore_immaginato: la pensi come me, insomma. E come me, non hai mai visto Jessica Alba. Che poi, volendo, sarebbe pure facle: si googleggia un po' e risolviamo il mistero, ma io non lo farò: voglio essere la prima persona al mondo che muore (magari non a breve termine, se possibile), senza aver mai visto Jessica Alba.

    @JulieAnne: ma anche a me piacciono quei film(s) là. Quelli dove si picchiano, dicono le parolacce, ci sono un sacco di morti ammazzati. Ma quelli che preferisco sono quelli catastrofici: quelli dove c'è un asteroide che rompe i coglioni, o un maremoto che sommerge tutto. Di quelli ne ho visti a dozzine. In streaming, naturalmente.

    @Morgana: io da solo al cinema, potrei morire. Tentai una volta, secoli fa, ma dovetti uscire a metà primo tempo. Il non poter parlare con qualcuno, mi rendeva isterico. Che io quando guardo i film(s) devo pure commentare e chiedere spiegazioni. E se c'è qualcuno che dice: "ssshhhh" io dico: "mi scusi", ma penso: "cazzo vuoi?"

    @CharlieB.: ma sai che hai ragione? Rassel Crò ricorda un manzo. Che io tutte le volte che lo vedevo, pensavo: mi ricorda qualcuno. Un manzo. Hai ragione.

    @Anna: ciao Anna, ogni tanto ti si vede, eh? :-) Avatar mi ispira, ma rischia di fare la fine di quelli troppo pubblicizzati: il portatore sano di orchite. Vediamo, dai. Se lo becco in streaming un'occhiata gliela do. Che a casa mia, si può fumare liberamente. Anche Sirchia, se viene :-)

    RispondiElimina
  14. Ma se metto un commento qui, te ne accorgi? E' che ho avuto da fare e sono indietro con tutti i post(s). Eccomunque saranno anni che non esco dal cinema con la faccia soddisfatta, che poi uno pensa che sono un rompiballe e non mi piace niente, e invece Von Trier mi è piaciuto. Però l'ho visto in dvd, che me lo sono comperato.

    RispondiElimina
  15. Evaso... tu che lo conosci, non noti qualcosa di strano in Filippo... ? :-)

    RispondiElimina
  16. "Strano" nel senso di strano o "strano" nel senso di strano?

    RispondiElimina
  17. @Filippo: se metti un commento qui, è un caso se lo vedo. Anzi, qualche volta ci devo fare un post su sta cosa. Per quello che riguarda il commento, lo vedi? Io Von Trier non so che faccia abbia. Inutile, Filippo: sono un ignorante cinefilo patentato.

    @Miss: mah, non so che dirti, io la sola cosa che noto di Filippo è che non riesco mai a capire cosa rappresentano le foto che mette nell'avatar. Per dirti: questa che vedo ora, mi sembrano un paio di mutande, ma magari è una scultura futurista. Ora, due sono le ipotesi: o sto diventando miope, o sono completamente deficiente. Preferirei la prima ipotesi, seppur a malincuore.

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Avevo provato a postare un link ma non funzionava. Comunque la risposta è qui: http://tinyurl.com/yjm5wcq

    RispondiElimina
  20. E se Gianni non se ne accorge di quella roba lì sù... ?

    RispondiElimina
  21. ( con l'accento è la punizone di dio.)

    RispondiElimina
  22. (PunizIone... Però adesso basta, eh?)

    RispondiElimina
  23. Certo basterebbe attivare le notifiche via e-mail, forse sul Mac non si può.

    RispondiElimina