domenica 4 aprile 2010

Imprese titaniche.

Ci sono cose che sono difficili da fare. Cose che per farle sei chiamato a dar fondo a tutta la tua intelligenza e spesso non basta. Una di queste cose è aprire la scatola con dentro la colomba pasquale, in questo caso, Bauli.

La sola cosa che al momento mi sovviene di più difficile di aprire la scatola con dentro la colomba pasquale (Bauli), è togliere il nylon dai cd. Togliere il nylon dai cd è impresa totalmente impossibile da fare, senza l'ausilio di un qualsiasi utensile: coltello, forbici, cesoie, tenaglie, trapano, cacciavite. Che io mi domando sempre se quelli che confezionano i cd si rendano conto di quanto il loro lavoro devasti i coglioni al consumatore. Senza contare che io il nylon dai cd lo tolgo col coltello che adopero per tagliare il pane e tutte le volte rischio di amputarmi una mano. Questo, secondo me, è il motivo per cui nessuno compra più i cd e la musica la frega su internet. Giustamente, direi. Non è che i cd costano troppo: è che per aprire un cd si rischia di farsi troppo male. Ma torniamo alla colomba pasquale Bauli.

La colomba pasquale Bauli, oltre a romperti i coglioni quando la devi aprire, è pure cattiva come poche altre cose al mondo. I soli due sapori che mi ricordo, più orrendi della colomba pasquale Bauli, sono quello della cavalletta fritta mangiata nello Sri Lanka e la pizza che faceva mia mamma.

No davvero, mia mamma, povera donna, era una cuoca sopraffina, ma faceva la pizza più schifosa che io abbia mai mangiato. Ma siccome quando la faceva, era tutta felice, a me dispiaceva dirle che la sua pizza era orrenda e dunque mi inventavo balle clamorose per giustificare il fatto che ne mangiavo pochissima.

-Vieni vieni. Mettiti a sedere. Ho fatto la pizza.

-Mmmh, buona. Ma sai cosa? Ne prendo un pezzetto piccolo piccolo perchè stamani al lavoro mi hanno portato la focaccia con la mortadella e l'ho mangiata tardi, per cui ora ho poca fame.

-Vabbè, vuol dire che ora mangi quella che ti va e poi ne prendi un bel pezzo e la porti a casa, per stasera a cena.

Allora io assaggiavo un pezzetto piccolissimo di quella pizza orribile e una volta giunto a casa, mi cucinavo tipo tre etti di pasta, che avevo una fame che abbaiavo. Inutile dire che la pizza che mi ero portato appresso, finiva nella pattumiera. Lo so, ero un codardo, ma lo ero per un nobile scopo.

Ma torniamo (di nuovo) alla colomba pasquale Bauli.

La colomba pasquale Bauli, fa cagare.

Non c'è altro da dire.

Buona Pasqua l'avevo già detto?

11 commenti:

  1. sei un buono tu!
    Io, quando la mia mamma cucina la pastaalforno, le lasagne per meglio intenderci, che contravvenendo ai gusti dei più a me proprio non garba, rifiuto anche di assaggiarla.
    Dicono che sia buonissima, ma è una questione di gusti, se non mi piace non la mangio.
    Io sono tornata onicofaga dopo anni di amorevoli cure per le mie unghie.
    Questo, oltre a fare delle mie mani una roba inguardabile, mi priva della possibilità di scartare qualsiasi cosa senza l'ausilio di.
    La colomba fa cagare di qualunque marca essa sia, ma come ti dicevo, io non faccio testo!
    Buona Pasqua e pasquetta caro evaso.

    RispondiElimina
  2. In pratica non sei bravo a rompere le scatole...la colomba fa schifo a prescindere, se capita (per sbaglio) in casa mia va in giro fino a ferragosto.Marina

    RispondiElimina
  3. Ah...volevo anche dire che tu devi essere stato proprio un bravo figliolo.Marina

    RispondiElimina
  4. Io, ad esempio, non riesco ad aprire i detersivi con il tappo di sicurezza, che và bene fare in modo che il piccolo non si beva la candeggina ma a me chi ci pensa??? Che con la colomba non c'entra nulla ma il principio è lo stesso... o no?

    RispondiElimina
  5. La mamma di Gianni5 aprile 2010 22:19

    E adesso come la mettiamo?!!

    RispondiElimina
  6. mi sono sempre domandata che sapore avessero le cavallette fritte. che sapore hanno?

    RispondiElimina
  7. Io non riesco ad aprire i cartoni del latte senza lavarmi mezza...ma, soprattutto, la colomba l'ho comprata in pasticceria. Così, per non correr rischi.

    RispondiElimina
  8. Ti racconti continuamente attraverso i tuoi voli pindarici...
    Bello come sempre leggerti...bello immaginare la tua vita come un borgo in cui soffia sempre il vento.

    RispondiElimina
  9. Ma com'è che hai mangiato la Colomba... Mica era Pasquaxcaso? :-D
    Ho sempre immaginato che le cavallette fritte facciano scronc!, ma
    perché sono pressocché vuote all'interno. Però chissà... Fanno scronc!?

    RispondiElimina
  10. adesso capisco perchè la colomba pasquale bauli la svendevano ad un euro a confezione nel supermercato sotto casa mia...

    RispondiElimina
  11. @Amore_immaginato: è vero, ho il cuore tenero. Però in certe occasioni mi è impossibile fare diversamente. Concordo sulla colomba, qualunque essa sia.

    @Marina: pensa che io per far posto alla colomba, ho buttato un pezzo di pandoro reduce dal Natale scorso e che sarebbe rimasto lì fino ad agosto inoltrato. Si, ero un bravo figliolo. Nonostante tutto :-)

    @LuceNera: hai ragione, anche quelli sono parecchio rompipalle. Non capisco perchè qualcuno si ostina a rendere complicata la vita delle persone.

    @La mamma di Gianni: la mettiamo che siamo di fronte ad un miracolo di quelli mica da ridere.

    @Simonetta: hanno un sapore amaro come il fiele. Sono orribili. Sconsiglio vivamente l'assaggio.

    @CharlieB.: ho un pessimo ricordo di un cartone del latte. Tipo che poi ho dovuto passare lo straccio, fra sfanculeggiamenti vari.

    @Anonimo: ti ringrazio. Mi piace il vento. Una delle cose che mi piacciono di più.

    @Miss: si, fanno "scronc!" E ti fanno domandare come mai ti sia venuto in mente di assaggiare una cosa del genere.

    @Arance: azz. Maledetti. Ti attirano nella trappola con l'inganno. Non ti far abindolare, mi raccomando.

    RispondiElimina