venerdì 19 giugno 2009

Facile parlare inglese, eh? Parla arabo, se sei tanto bravo/a.

Guarda che conoscere le lingue è bello. Ma mica quelle solite. Quelle solite le sanno tutti (tranne io, per la verità) e poi dai, che te frega dire a qualcuno "uotaimisit"? Che tanto se sei a Londra, sei in vacanza, per cui che te frega di sapere che ore sono? Mica devi lavorare. Io intendevo le lingue quelle strane, quelle che uno dice: "ma che vuoi mi freghi di conoscere il cingalese". Invece mica è vero. Io ci sono stato nello Sri Lanka e non capivo un cazzo, per dire. Dice: "ma loro parlano anche inglese". Che me frega, se parlano inglese. Io vado là e voglio sentir parlare la lingua del posto, che se volevo sentire parlare inglese, andavo in Inghilterra, che fra l'altro spendevo pure meno. Ed anche se prendevo un giornale era scritto tutto strano, con dei caratteri tutti tondi che sembravano mele. A me sarebbe piaciuto sapere cosa c'era scritto in quei giornali là. Invece niente. Insomma, conoscere le lingue è bello. Tipo che io mi imbatto in questo. Che gli dici a questo? Che magari questo è uno di quei blog che ci sono scritte tutte cose simpatiche che uno starebbe lì a leggere per ore. Che io gli volevo pure lasciare un commento. Una cosa semplice, una cosa tipo: ciao. Bello il tuo blog, peccato che non capisco una mazza, ma devi essere simpatico/a. Solo che poi non sapevo se scrivere normalmente, o al contrario, che loro scrivono strano. E sinceramente, scrivere "a/simpatico essere devi ma, mazza una capisco non che peccato, blog tuo il Bello. ciao", lo trovavo imbarazzante. Invece se sapevo la sua lingua, non ci sarebbero stati problemi, tranne forse, trovare i caratteri sulla tastiera. Che uno potrebbe dire: "vabbè, gli scrivevi in inglese ed avevi risolto". Ancora? Ancora con sto inglese? Allora non ci siamo capiti. E se poi lui/lei non lo conoscesse l'inglese? Dice: "ma l'inglese lo conoscono tutti". Lo vedi allora che ho ragione? Tutti parlano inglese e nessuno parla le lingue strane. E' un mondo classista, questo.

Vado a dormire, và. Che qua la notte si lavora sai, mica si sta a far tutti quei discorsi là, noi.

Che è troppo facile star lì a dire "tebucisontetebol" e poi non lavora nessuno. Parlano inglese, loro. Magari abitano a Pizzighettone e parlano inglese. Facile così.

E a lavorare chi ci va, se tutti parlano inglese? Eh? Maremma maiala.

Questa è una tipica espressione della parte ovest di Liverpool.


13 commenti:

  1. E che gli/le vuoi scrivere? Gli/le scrivi:

    السلام عليكم (Assalàam Alìikum, Salute a Voi)senza mai dare le spalle alla Mecca.
    Oh, io voglio essere invitata alle nozze...mi accontento pure della partecipazione :-)

    RispondiElimina
  2. Io so dire quattro in turco.

    RispondiElimina
  3. io qualche parola in arabo la so...e so scrivere il mio nome...anche in inglese...ma meglio se vado a lavorare.

    RispondiElimina
  4. Dov'è Pizzighettone?
    Scoontry

    RispondiElimina
  5. In liverpulese stretto potevi scrivergli che ha una discreta fortuna ad avere una tastiera che non sbava, che con quella scrittura lì se sbaffa poi non si capisce mica niente di ciò che ha scritto!

    RispondiElimina
  6. dopodimeilnulla79020 giugno 2009 09:28

    mi son sempre piaciuti i "francesismi"....ops...era inglese....^_^
    si tropp fort eva'....si a uerr......visto parlo le lingue strane.....questo e dialetto napoletano.....ma temo ke scriverlo sia piu' difficile dell'arabo.....nu vas'........

    RispondiElimina
  7. io parlo inglese come se parlassi arabo.
    dici che vale?

    RispondiElimina
  8. tedesco inglese francese spagnolo e un po' di croato... e poi so che cin cin in cinese dovrebbe voler dire qualcosa del tipo: trombiamo? ecco... Norina

    RispondiElimina
  9. @Klaire: azz...ma ora? Così su due piedi? Sono in mutande, fammi almeno infilare un paio di pantaloni. Dove si va mangiare?

    @Ms.spoah: ma sai che mi hai fatto venire un dubbio? Mica avrò il Mac rivolto dalla parte opposta della Mecca, vero? Alle nozze ti invito. Che mi regali di bello?

    @Filippo: tu sai cose che io ignoro totalmente. Però so dire "il se trouve au milieu de la place". Che con sta frase, ci sono campato di rendita sei mesi, alle medie.

    @Amore_immaginato: brava. Che sennò se pure tu non lavori, come lo salviamo questo paese? O dice che nonostante tutto....no, eh? Immaginavo.

    @Scoontrosa: ma mica esiste Pizzighettone. E' uno di quei posti inventati, col nome buffo. Tipo "Bengodi". Pizzighettone non esiste, quelli che credono di abitarci, in realtà vivono in un mondo parallelo.

    @CharlieB.: perchè, se non sbava si capisce? Che poi a pensarci bene, sei sicura che non scrivano così, proprio perchè hanno biro e tastiere che sbavano?

    @Dopodimeilnulla: ma io il napoletano lo capisco, che al lavoro qualcuno c'è che dice cose tipo "scurnacchiato", "stiamo a pazzià" e roba simile.

    @Aranceacolazione: vale. E se vale per te, vale anche per me. E se non vale, lo facciamo valere.

    @Noraa: tutto questo non ti salverà dalla vicina atea. Sappilo.

    RispondiElimina
  10. maaa non potresti augurarmi di non salvarmi da un bel figaccione alto carino simpatico ricco generoso che mi vuole sposare e mantenere?? preferirei... se devo essere proprio sincera! ahahahahaha norina

    RispondiElimina
  11. Sei una bellezza... in questi giorni avevo altro da fare e mi sono persa i tuoi post... ma mi sono messa in pari. E devo riconoscere che mi sono mancati i tuoi scritti...^___^

    RispondiElimina
  12. @Noraa: se lo trovi, senti se ce la fa a mantenerne due. Che io mi adatto a tutto.

    @Stranissima: azz...questo blog ti crea dipendenza? Come le Marlboro, insomma :-)

    RispondiElimina